Potestas Essendi

A Virtual Space for Thoughts on the Middle Ages, by Nicola Polloni

Pensare a Weimar

Pensare a Weimar:
figure del pensiero tedesco nella Germania della Crisi

Pavia, 10-12 Dicembre 2013

Organisers: Dr Luca De Giovanni and Dr Nicola Polloni

1403557_10202751226367701_195459538_o.jpgNell’incertezza politica, economica e sociale della Repubblica di Weimar, la Germania è protagonista di un’intensa esperienza di pensiero dalla quale scaturirono diverse prospettive filosofico-culturali, esperienze che giunsero al tragico culmine con la  giunta al potere del nazionalsocialismo. Nei confronti di questa deriva autoritaria molte figure di primo piano presero diverse posizioni, la più celebre e controversa delle quali è il coinvolgimento di Heidegger nel biennio 1933-34.

Lo scopo dell’incontro pavese del 10-12 dicembre, organizzato dalla Società Filosofica Dottorale (SFiDo) di Pavia e dal Coordinamento per il Diritto allo Studio, con il finanziamento ACERSAT dell’Università di Pavia, è di tracciare un profilo critico delle principali figure che segnarono in vario modo il panorama culturale della Germania di quegli anni, e in ultima analisi l’intera cultura occidentale del Novecento. Tra questi, al centro degli interventi si troveranno le riflessioni di Werner Jaeger, Karl Jaspers, Edmund Husserl, Martin Heidegger, Max Weber e Karl Löwith; ma anche le letture e le critiche presentate da Ernst Bloch, Jacques Derrida e Theodor Adorno a questi pensatori e agli esiti delle loro riflessioni.


Programma del convegno

Martedì 10 dicembre
(aula Scarpa)

15.30 – presentazione del convegno, saluti degli organizzatori

16.00 – Gian Enrico Rusconi (Università di Torino): Rivisitare la Germania di Weimar

17.00 – Luca Fonnesu (Università di Pavia): La filosofia in Germania, da Hegel a Weimar

Mercoledì 11 dicembre
(aula Disegno)

15.00 – Diego Lanza (Università di Pavia): Jaeger a Berlino

16.00 – Mirko Alagna (Università di Firenze): Di male in peggio. La prospettiva di Max Weber

17.00 – Stefano Marino (Università di Bologna): Comprendere e criticare: considerazioni su Adorno, Nietzsche, Spengler

18.00 – Federico Leoni (Università di Milano): Il caso Jaspers e il destino novecentesco delle scienze umane

 

Giovedì 12 dicembre
(aula magna teresiana)

15.00 – Andrea Zhok (Università di Milano): L’idea di Europa ed il senso della fenomenologia nella riflessione di Husserl

16.00 – Alfredo Marini (Università di Milano): Heidegger e i suoi maestri tra le due guerre

17.00 – Enrico Donaggio (Università di Torino): Karl Löwith,  un ritratto filosofico-politico

18.00 – Diego Fusaro (Università Vita-Salute San Raffaele): Il principio di speranza. Bloch interprete di Marx

19.00 – Saluti e conclusione dei lavori